Vai al contenuto

(nota: questo post era pronto per essere pubblicato - ieri - ma a causa di un problema non l'ho potuto pubblicare. Lo pubblico comunque oggi, per dovere di cronaca e, soprattutto, di countdown 🙂 )

Ragazzi domani apre il Salone!!! Abbiamo aspettato un anno ma finalmente l'attesa sarà ripagata! 🙂 Domani si apre quella che per noi lettori è la più importante manifestazione dell'anno, il Salone Internazionale del Libro di Torino. E allora attendiamo le ultime ore con questo ennesimo indovinello letterario, da dove arriva questa citazione?

Per quanto una situazione sia disperata, c’è sempre una possibilità di soluzione. Quando tutto attorno è buio non c’è altro da fare che aspettare tranquilli che gli occhi si abituino all’oscurità.

Bellissima frase! Ogni volta che la rileggo ne assaporo la saggezza 🙂
La citazione di ieri era tratta da Raccontami la notte in cui sono nato di Paolo Di Paolo, un giovane scrittore Italiano molto molto promettente... Se non lo conoscete rimediate! 🙂

A domani con l'apertura del Salone del Libro e con l'ultimo indovinello letterario della serie!

Buone letture a tutti!

Buongiorno e bentornati!
Ormai ci siamo, solo più 2 giorni e le danze avranno inizio, quindi facciamo gli ultimi indovinelli letterari e poi ci vediamo a Torino! 🙂
Ecco quello odierno:

Vorremmo chiedervi perchè da vecchi gli esseri umani sembrano tutti più buoni, e perchè le pieghe di una ruga riescono a nascondere i peccati e le crudeltà di una vita.

Bellissima frase secondo me, ma da che libro sarà tratta? 🙂
Quella di ieri era tratta da L'ombra del bastone del grande Mauro Corona, se non lo avete letto fatelo!

A domani e, come sempre, buone letture 🙂

Buongiorno a tutti!
Ormai ci siamo, 3 giorni all'apertura del Salone del Libro! Non stiamo più nella pelle 😀
Ecco l'indovinello letterario di oggi, da dove arriva questa citazione?

Poi, sempre guardando l'acqua del Vajont, disse che anche lei, l'acqua, se la guardi verso ponente la vedi andar via ma, se la guardi a levante, la vedi che torna. "Il brutto è quando ti passa davanti e in un lampo è già via e non la puoi fermare. E tali quali siamo noi" disse Gioanin de Scàndol, "arriviamo, passiamo davanti a qualcuno e andiamo via di corsa, come quest'acqua, e quei che ci ha visti passare resta male. Ma anche quei che resta male passa davanti a qualcuno che resta male; la vita è un passare finchè finisce il mondo."

Facile facile dai! 🙂 E' un autore Italiano!
Ah, quella di ieri invece era tratta da Le notti bianche di Dostoeskvij.
A domani e buone letture 🙂

Buonasera a tutti!
Oggi arrivo un po' in ritardo ma comunque non manco di continuare l'indovinello letterario che ci accompagna verso il Salone del Libro di Torino, ormai a soli 4 giorni dall'apertura!
Ecco la citazione di oggi da indovinare:

E il sognatore fruga invano, come nella cenere, nei suoi vecchi sogni, cercando in quella cenere almeno una scintilla, per soffiarci sopra, per scaldare al fuoco rinnovato un cuore ormai freddo e ridestare in esso tutto ciò che prima gli era caro, che toccava l'anima, che faceva ribollire il sangue, che strappava le lacrime dagli occhi e ingannava tanto magnificamente!

La citazione di ieri era tratta da Il lato oscuro del cuore, l'ultimo romanzo di Corrado Augias!

A domani e buone letture! 🙂

Buongiorno a tutti! A 5 giorni dall'inizio del Salone Internazionale del Libro di Torino, prosegue il nostro indovinello letterario 🙂 Ecco la citazione da indovinare oggi:

La linea di confine della ragione, la terra di nessuno dove cominciano i comportamenti incomprensibili, non ancora follia, non più ragionevolezza.

La citazione di ieri era tratta dal bellissimo Cecità di Josè Saramago!

A domani e come sempre buone letture!

Buongiorno a tutti!
Manca meno di una settimana, sei giorni solamente, all'apertura del nostro atteso Salone del Libro, e noi continuiamo con il nostro indovinello letterario 🙂
Ecco la citazione di oggi:

Poche parole pronunciate a tempo sono sempre state in grado di risolvere difficoltà che un discorso profuso non farebbe altro che aggravare.

Una citazione breve, esattamente come ci esorta di fare, essere brevi e concisi... Quanti di voi la indovineranno? 🙂

La citazione di ieri era chiaramente tratta da Cent'anni di solitudine di Gabriel García Márquez, facile perchè si parlava di Macondo!

A domani e buone letture!

 

Buongiorno a tutti!
Come vedete dal countdown qui a destra oggi mancano 7 giorni all'apertura del Salone del Libro!
Siete pronti? Avete fatto l'elenco degli stand che volete visitare? Degli eventi a cui partecipare? 🙂

Ma veniamo al consueto l'indovinello letterario del giorno 🙂

Stordito da due nostalgie opposte come due specchi, perse il suo meraviglioso senso della irrealtà, e alla fine raccomandò a tutti che se ne andassero da Macondo, che dimenticassero tutto quello che lui gli aveva insegnato del mondo e del cuore umano, che se ne fottessero di Orazio, e che in qualsiasi luogo si fossero trovati si ricordassero sempre che il passato era menzogna, che la memoria non aveva vie di ritorno, che qualsiasi primavera antica è irrecuperabile, e che l'amore più sfrenato e tenace era in ogni modo una verità effimera.

La citazione di ieri era tratta da un libro che ho amato tantissimo, ovvero Lo strano mondo di Alex Woods di Gavin Extence. E quella di oggi? Dai è facile!

A domani!

3

Ciao a tutti!
Ancora 8 giorni al Salone! L'attesa cresce e i giorni calano... E per il terzo giorno ecco l'indovinello letterario 😀 La citazione da indovinare è questa:

Credo che raccontare una storia sia uno dei tanti sistemi per rendere più accessibile la complessità della vita. E' un tentativo di separare l'ordine dal caos, le categorie razionali dall'intrico dell'esistenza. Tra gli altri sistemi ci sono la scienza e i tarocchi.

Ah, la citazione di ieri era tratta dal libro che sto leggendo in questi giorni, ovvero La vera storia del pirata Long John Silver di Björn Larsson! Ve ne parlerò diffusamente a breve!

A domani e buone letture! 🙂

Buongiorno a tutti!
Ancora 9 giorni al Salone del Libro!
Continuiamo con il nostro "indovinello letterario" 😉 Intanto vi dico che la citazione di ieri era presa da Madre Notte di Kurt Vonnegut! Se vi interessa qui trovate il mio commento sul libro.
Ed ecco la citazione di oggi:

Ma forse si può sperare che diventi più facile scendere a patti con i ricordi, per poi gettarli fuori bordo come cadaveri, una volta che siano stati chiamati col loro nome, classificati ed esauriti. D'altronde, non è così che si spegne la vita, a questo mondo? Se non si viene impiccati, voglio dire.

A domani! Buone letture!

 

Parte oggi il conto alla rovescia per il Salone del Libro, 10 giorni ancora prima che aprano i battenti della più importante kermesse nazionale dedicata ai nostri amati libri! Ho deciso di trascorrere l'attesa pubblicando ogni giorno una frase da uno dei libri che ho letto (ma senza dirvi quale!), vediamo se qualcuno indovina 😛

Non ho mai visto una più sublime manifestazione di mentalità totalitaria, una mentalità che può paragonarsi a un sistema di ruote dentate con dei denti mancanti, uno qua e uno là. Un meccanismo di pensiero così sdentato, guidato da una libido media, o anche sotto la media, ruota su se stesso con la medesima sussultante, rumorosa, vistosa inutilità che avrebbe all'inferno un orologio a cucù.

A domani!